"Reaching Out", lo "speciale" del 25simo.

Come sapete, Air Dolomiti ripone verso il nostro club una grande fiducia, stima, amicizia ed una collaborazione che dura ormai da diversi anni.

 

Il PSC ha avuto l'immenso onore di presenziare in esclusiva all'applicazione della nuova livrea su I-ADJS, il penultimo Embraer entrato in flotta.

I lavori si sono svolti nell'hangar del Catullo, nella nottata fra il 3 ed il 4 marzo.

 

Un evento più unico che raro, non conosco altri club di spotter che hanno avuto lo stesso privilegio. L'autore della livrea commemorativa è Serafino Rudari, giovane artista contemporaneo che lavora a Verona. Stimato ed apprezzato a livello nazionale e non solo, vanta un catalogo di numerose opere. Persona umile e squisita, è stato un grande piacere conoscerlo.

 

Il PSC lo ha potuto apprezzare in numerose performance live, vi invito a visitare il suo sito così potete rendervi conto del tipo di arte che crea. www.serafinorudari.it

Il disegno riportato sulla fiancata sinistra di -JS rappresenta due mani in procinto d'incontrarsi sul numero 25, gli anni da cui Air Dolomiti opera come compagnia aerea.

La nuova livrea, creata appositamente da Serafino Rudari, si intitola “Reaching Out” e raffigura due mani che si incontrano.

 

Le mani rappresentano un importante strumento per realizzare qualunque idea o sogno e rappresentano il “mezzo” che concretizza il pensiero dell’uomo. Il gesto dell’incontro raffigura un concetto più ampio, in questo caso la raffigurazione su un aereo richiama l’incontro uomo-cielo, il suo sogno più ambito.

 

AirDolomiti sviluppa questo concetto da 25 anni, non solo come semplice spostamento dal punto “a” al punto “b”, concretizza questo sogno ancestrale dell’uomo. Il disegno delle mani che si incontrano sul numero 25 è quindi la trasposizione del sogno che va avanti da un quarto di secolo.

 

Per quanto riguarda i colori, si può notare che non sono “iper-realistici” bensì più “leggeri”, per fornire una rappresentazione quasi infantile di questo sogno che parte già da bambini.

 

Bene, ora non mi resta che ringraziare l'ufficio PR e Communication di Air Dolomiti che, nella figura della responsabile Dottoressa Palamini ci ha permesso di essere presenti all'evento, oltre ai tecnici e ai dipendenti che ci hanno tenuto compagnia. Un saluto anche a Serafino Rudari, una persona squisita visibilmente emozionata per aver concretizzato un'idea su un aereo.

 

L'opera è arrivata in vari pannelli adesivi, una ditta specializzata francese ha avuto il compito di applicarli sulla livrea. Il lavoro si è protratto per tutta la notte, precisione e puntualità sono state incredibili (pensate ad un piccolo difetto, agli 800 all'ora si rischierebbe di vanificare il lavoro! inoltre l'aereo doveva per forza partire per Monaco e alle 7:30 era tassativo spostarlo dall'hangar). Il tutto su piattaforme non proprio immobili e imbragati come gli alpinisti!

 

Le foto sono state scattate a 3200ISO, priorità apertura, usando il flash.

 

L'autore controlla se l'opera è stata tradotta in pellicola in maniera corretta.

L'aereo sta sbarcando i passeggeri, Serafino Rudari lo sta scrutando emozionato

Ecco I-ADJS, appena arrivato da Monaco, che viene trainato al coperto.

Il trim indica "up".

Gli specialisti francesi puliscono accuratamente la zona di applicazione

Si comincia: i vari pannelli vengono applicati in via provvisoria.

Serafino fa il supervisor per verificare la correttezza dell'installazione

La nottata scorre lenta, la livrea prende forma...


Sembra facile... Occorre sigillare perfettamente lo spazio fra l'adesivo e la fusoliera, per evitare che l'aria strappi via il lavoro eseguito

Ci siamo. Gli adesivi sono stati fissati all'aereo, il collante si è seccato, l'artista autore ha firmato la sua opera "volante"

Ecco la nuova splendida, elegante e discreta nuova livrea commemorativa

Serafino Rudari è visibilmente soddisfatto del risultato

Ecco, infine, una galleria di immagini di I-ADJS scattate dai nostri soci il giorno della presentazione e nei giorni seguenti,