· 

Aeroporto di Verona: lo strano caso del Verona - Madrid di Ryanair

Aena - Aeropuertos Españoles y Navegación Aérea ha puntualmente pubblicato sul suo sito ufficiale i dati di traffico di gennaio 2019, divisi per aeroporto, tipo di volo, aeromobile e rotta.

 

I dati così elaborati sono utilissimi per poter analizzare correttamente l'andamento del traffico aeroportuale sia domestico che estero, e permette di verificare l'andamento delle rotte spagnole operanti dall'Aeroporto di Verona.

 

Nonostante gennaio sia un mese tradizionalmente di scarso traffico, salta all'occhio il risultato della tratta tra Verona e Madrid di Ryanair che fa registrare dei coefficienti di riempimento di assoluto valore, in linea con la media generale della low cost irlandese.

 

Il Madrid - Verona ha fatto registrare 1.564 passeggeri con un coefficiente di riempimento dell'82,75% (1.890 posti disponibili), mentre il Verona - Madrid ha ospitato 1.714 passeggeri con un coefficiente del 90,68%. La media generale di gennaio 2019, per Ryanair, è stata del 91%.

 

Nonostante i numeri ampiamente in linea con lo standard di Ryanair, la rotta tra Verona e Madrid cesserà di esistere dal 28 marzo prossimo e sarà parzialmente sostituita da Air Nostrum che opererà il servizio solo in agosto. Si tratta, potenzialmente, di una rotta strategica per l'Aeroporto di Verona che, nel 2011, fece registrare un record di oltre 60mila passeggeri. Il suo abbandono appare strano e forse legato al prossimo rinnovo del contratto tra il Catullo e Ryanair che, salvo errori, dovrebbe scadere con la stagione estiva 2019.

 

Per la cronaca l'altra rotta di Ryanair, la Verona - Siviglia, ha fatto registrare in gennaio un coefficiente di riempimento del 92% in arrivo a Verona (1.390 passeggeri su 1.512 posti disponibili) e dell'86,50% in partenza da Verona (1.308 su 1.512). 

Scrivi commento

Commenti: 0