Estate 2018: Cyprus Airways apre il Verona - Larnaca

Cyprus Airways , rinata compagnia di bandiera di Cipro, aprirà nel maggio del prossimo anno la sua prima destinazione italiana, collegando Larnaca a Verona due volte la settimana.

 

La compagnia appartiene alla Charlie Airways, società collegata alla S7 Siberian Arilnes che da Verona opera già su Mosca e San Pietroburgo, che ha rilevato il marchio "Cyprus" dopo il fallimento della precedente compagnia, avvenuto nel 2015.

 

La nuova Cyprus Airways ha per il momento un unico Airbus A319 in flotta, proveniente da S7, configurato in classe unica a 144 posti.

 

I voli saranno operati il mercoledì e la domenica, a partire dal 27 maggio, con partenza da Larnaca alle 9.30 e arrivo a Verona alle 12.05, mentre il volo di ritorno partirà da Verona alle 13.05 con atterraggio a Cipro alle 17.30. I voli sono già in vendita sul sito della compagnia e sono programmati fino al 30 settembre.

0 Commenti

Mazzucco vs. Marchi: Venezia 41, Verona 9

In questi giorni è in corso uno scambio di opinioni, talvolta un po' sopra le righe, tra il Presidente della Fondazione Cariverona Alessandro Mazzucco e il Presidente di SAVE Enrico Marchi circa la situazione attuale dell'offerta di voli dell'Aeroporto di Verona.

 

L'accusa che Mazzucco rivolte alla dirigenza di SAVE è di tentare di trasformare l'Aeroporto di Verona in uno scalo dedito ai voli low-cost, spostando o accentrando invece l'attività di linea (soprattutto quella da e verso i maggiori hub europei) su Venezia, molto più remunerativa (vista la tipologia degli utenti) sia per l'Aeroporto che per tutto l'indotto che ruota attorno al mondo del trasporto aereo. Mazzucco fa il chiaro esempio del volo di Air France per Parigi, scomparso da quasi due anni dal radar di Villafranca (durante la gestione SAVE), un servizio che nel recente passato è stato offerto con ben quattro voli giornalieri.

 

Non vogliamo entrare nel merito della discussione, che speriamo porti solo benefici al nostro Aeroporto, ma ci preme sottolineare che, dati alla mano, la diseguaglianza tra Verona e Venezia è evidente e si sta allargando. Le due città hanno un bacino d'utenza ricco e piuttosto simile, diviso tra l'incoming turistico (Venezia, Verona, Trento, Bolzano e Brescia sono tre le prime dieci province italiane per presenze turistiche) e il comparto business (Verona, Vicenza, Treviso e Brescia sono tra le prime dieci province italiane per export).

 

Confrontando la disponibilità di voli tra gli aeroporti di Verona, Venezia e Bologna, quest'ultimo ulteriore termine di paragone, e gli aeroporti principali europei, emerge che in un normale giorno della settimana Verona può disporre di soli nove voli di linea verso gli hub europei,  mentre Bologna nei ha 34 e Venezia addirittura 41. Nel dettaglio (esclusi i voli verso Medio Oriente, Americhe e Russia):

 

VERONA: Roma Fiumicino (3), Francoforte (3), Monaco (2), Londra Gatwick (1)

 

BOLOGNA: Parigi CDG (4), Roma Fiumicino (4), Francoforte (4), Monaco (4), Londra Heathrow (3), Vienna (3), Amsterdam (3), Madrid (3), Copenhagen (2), Istanbul (2), Lisbona (1), Brussel (1)

 

VENEZIA: Roma Fiumicino (6), Francoforte (5), Parigi CDG (4), Amsterdam (3), Vienna (3), Madrid (3), Monaco (3), Istanbul (3), Londra Gatwick (3), Londra Heathrow (2), Bruxelles (2), Zurigo (2), Lisbona (1), Copenhagen (1)

 

Fonte dati dei voli: siti web degli aeroporti di Verona, Bologna e Venezia.

0 Commenti

Addio mitico "ottantone"

Il McDonnel Douglas MD-80 è stato uno dei protagonisti della storia dell'aviazione civile italiana, largamente usato dalle due compagnie nazionali più importanti, Alitalia e Meridiana.

 

Dopo la completa dismissione della flotta di MD-80 di Alitalia, avvenuta nel gennaio del 2009, e degli esemplari in servizio con altre importanti compagnie europee (Spanair, Finnair, SAS), Meridiana era rimasta l'unica linea aere dell'Europa Occidentale a volare con il cosiddetto "ottantone", suscitando ancora curiosità e ammirazione per l'innata capacità di stupire con i suoi decolli mozzafiato.

 

Gli MD-80 di Meridiana sono stati, da sempre, una presenza costante a Verona, sin dalla loro introduzione in servizio avvenuta nel lontano 1984 con i colori di Alisarda.

 

Una presenza durata ben 33 anni, durante i quali gli spotter veronesi hanno avuto la possibilità di sperimentare ogni posa e ogni situazione di luce o tempo atmosferico.

 

Il nostro club ha, ovviamente, una ricca dote di foto degli MD-80 di Meridiana, raccolti sia nella galleria storica (clicca qui per Alisarda e qui per Meridiana) che nella galleria attuale (clicca qui), dove sono rappresentate anche tutte le variazioni delle livrea della compagnia.

 

Per ricordare il "maddog" il nostro socio Maurizio Cristofoli ha pescato nel suo immenso archivio alcune tra le immagini più spettacolari e significative del passaggio delle macchine di Meridiana dal Catullo, e le ha esposte in uno splendido articolo pubblicato sul nostro forum (clicca qui).

 

 

 


0 Commenti

Tanker Experience 2.0

Il nostro club ha avuto il privilegio di partecipare per una seconda volta a un'esercitazione di un K767A dell'Aeronautica Militare. 

 

Il racconto fotografico di Paolo Menegatti è imperdibile, disponibile sul nostro forum.

 

Clicca qui


0 Commenti

Scatta l'orario invernale, il Catullo riduce l'attività

Con l'avvento dell'orario invernale, che durerà fino alla fine di marzo 2018, il Catullo perde diversi servizi di linea, mantenendo collegamenti stabili con appena diciotto aeroporti, tra i quali solamente una decina offrono almeno un volo giornaliero.

 

L'aeroporto più servito rimane Roma Fiumicino con tre collegamenti giornalieri offerti da Alitalia, seguita da Monaco (Air Dolomiti), Francoforte (Lufthansa Cityline), Catania (Volotea), Mosca (S7) e Londra Gatwick (British Airways e Easyjet) con due. Una frequenza giornaliera viene offerta da Air Moldova su Chisinau, da Volotea su Bari e Napoli e Ryanair su Palermo, mentre le restanti destinazioni sono offerte in gran parte con bisettimanali e trisettimanali.

 

Cessano tra gli altri, e si spera solo temporaneamente, i servizi su Berlino, Amburgo, Norimberga, Barcellona, Praga, Parigi Orly, Dublino, Colonia, Oslo, Manchester e gran parte della programmazione di Volotea verso destinazioni del Mediterraneo. Rimane un operativo scarno che non può essere minimamente comparato con quello programmato dagli aeroporti vicini, compreso Treviso che può contare su una quarantina di destinazioni servite da voli regolari.

0 Commenti

Danke Air Berlin!

0 Commenti

F-35B! Il primo volo di BL-1 a Cameri

Il 24 Ottobre 2017 è una data da ricordare.

Ha volato il primo Joint Strike Fighter assemblato al di fuori degli Stati Uniti ed il primo dei 30 in ordine destinati alle Forze Aeree del nostro paese. Non è ancora noto se sarà l’Aeronautica Militare o l’Aviazione Navale ad apporre le coccarde del 32° Stormo al jet andato in volo oggi oppure se verrà assegnato al Gruppo Aerei Imbarcati.

Il jet, decollato ed atterrato in modo convenzionale, ha volato privo di qualsiasi insegna fatta eccezione la coccarda tricolore a bassa visibilità ed il proprio numero di matricola.

Alle 13, accompagnato da un Eurofighter F-2000A del 36° Stormo come chase plane, BL-1 (dove B indica il modello a decollo corto ed atterraggio verticale, L per Italia ed il progressivo 1 il primo esemplare del lotto) ha staccato per la prima volta le ruote dalla pista di Cameri sede della F.A.C.O. co-gestita da Leonardo e Lockheed Martin.

Con l’atterraggio di entrambi i velivoli dopo circa 1 ora e 40 minuti, è calato il sipario su questa giornata che potremmo definire storica per il programma JSF, un’altra importante pietra miliare anche per la nostra industria e le nostre Forze Armate.

I voli di collaudo dovrebbero proseguire nei prossimi giorni mentre è oramai imminente il primo volo di AL-9, il nono F-35A “convenzionale” che, stando ai lotti produttivi previsti dal programma, dovrebbe essere a sua volta consegnato entro l’anno all’Aeronautica Militare.

Sono 30 i “B model” STOVL ordinati dall’Italia tra i 90 complessivi: 15 per l’Aeronautica Militare e 15 per l’Aviazione Navale.

Segui tutto l'articolo completo di Gianluca Conversi sul nostro forum. Clicca qui.


0 Commenti