IN VIAGGIO CON IL PSC - TRIP REPORTS

CANADA/USA - Vancouver & Seattle (maggio 2018)

Fabio Lorenzato

Una error fare improvvisa in una domenica di fine estate mi fa stravolgere i piani per le ferie 2018... come si può non provarci, sono solo 135€
Air Canada è stata molto generosa nell’onorare i biglietti emessi, incluso il mio.
Ora l’error fare AC prevedeva la partenza da Parigi CDG quindi era necessario avvicinarmi in qualche maniera pur tenendo un margine d’errore nel caso di scioperi/cancellazione/meteo etc.
Considerando che alternative dirette su Parigi da Villa non ve ne sono ho optato per LH, opzione comunque più economica che partire da altri scali.

Questo l’itinerario definitivo.

Bene, si parte lunedì mattina alla volta di MUC.

il nostro avione I-ADJQ nella penuria villana del primo mattino

In volo verso Monaco.

Vista l’esperienza in quel di MUC, in fase di prenotazione ho deciso di lasciare uno scalo lungo di circa 5 ore da impiegare in attività spotteristica.


Quindi zaino in spalla e via verso le reti a nord

link al post fotografico della seduta di spotting.
https://piti.forumfree.it/?t=75737280

Esaurito il tempo si ritorna al terminal, prossima tappa CDG e si vola con un banalissimo A319 D-AILB

Trascorro la notte in uno degli hotel della zona ed il giorno dopo si parte per la destinazione delle vacanze

arrivati in terra canadese sotto la pioggia, uno sguardo a chi domina la scena

Fatti due passi per sgranchire è ora di imbarcare sul 321 C-GITU in direzione Vancouver, purtroppo infotografabile per la posizione

In origine era previsto un 320 e a causa del cambio operativo il posto selezionato è diventato un preferred, non posso di certo lamentarmi visto lo spazio a disposizione per 5 ore di volo.

Immagini di Vancouver.

il tempo a Vancouver è finito, si parte di mattina presto, ma dal terminal sud, molto più bello di alcuni aeroporti europei

oggi si vola con lui, con un fiammante e rarissimo in Europa 1900C

Benvenuti al Victoria International Airport

Qualche immagine della città, capitale della British Columbia.

Per la successiva tratta, che mi porterà a Seattle, niente ali, niente carrelli, niente pressurizzazione. Si prende un natante...

Seattle.

la mattina dopo mi reco al Sea-Tac per ritirare l’auto a noleggio prenotata. Prima tappa parcheggio dipendenti sotto le 16.

il link al post fotografico
https://piti.forumfree.it/?t=75737286


trascorse un paio d’ore risalgo in macchina e mi dirigo al Boeing Field, dove arrivo 10 minuti dopo

l’accoglienza non delude

Carrellata di foto dell'eccezionale museo.

dopo aver fotografato l’impossibile e con un bel torcicollo, riprendo l’auto ed in 15 minuti sono al Renton Municipal
Purtroppo è il national day e per questo motivo non si muove una mosca

la vista è ottima dal parcheggio ma i pali sono proprio in mezzo

lascio la desolazione per recarmi in un altro posto oggi desolato, il Paine Field.

Si torna in città per le ultime foto.

Per il ritorno a Vancouver un treno mi attende a King station e per arrivarci prendo il Link che in centro ferma nei sotterranei.

poche ore ed è già mattina, inizia il viaggio di rientro

ed ecco qui il mio prossimo mezzo di trasporto,  e ho 1 ora di connessione a YUL ed ovviamente il volo è già in ritardo

i tempi sono stretti per la connessione

vengo accompagnato al gate con il golf cart, dove sono l’ultimo a salire
l’aereo è lo stesso dell’andata

dopo qualche ora di cazzeggio più totale sono di nuovo al T1

satellite LH, ps l’Eurowings per Düsseldorf ha già 4 ore di ritardo

la connessione è stretta, una volta sbarcato mi dirigo velocemente al gate del prossimo volo