· 

L'Aeronautica Militare e i Corsi di Cultura Aeronautica

Si è svolta all'Aeroporto di Reggio Emilia l'edizione 2019 dei "Corsi di Cultura Aeronautica", organizzati dall'Aeronautica Militare.

 

Parliamo di una realtà in Italia che fa poco notizia e che raramente arriva ai titoli a 9 colonne sui quotidiani o nelle principali notizie dei telegiornali nazionali.

 

I CORSI DI CULTURA AERONAUTICA, organizzati dall’Aeronautica Militare in accordo con il M.I.U.R. (il Ministero dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica), si inseriscono nel quadro delle iniziative informative ed orientative volte a diffondere la conoscenza del mondo aeronautico e hanno come obiettivo il far vivere ai giovani frequentatori una concreta esperienza di volo.

 

Tali corsi, itineranti ed organizzati in alcune località italiane, prevedono due settimane suddivise tra lezioni teoriche (in genere cicli di lezioni/conferenze stile università), che illustrano i principi del volo ed il funzionamento dell’aeroplano, e lezioni pratiche, dove gli studenti vengono accompagnati in volo dai piloti ed istruttori del 60° Stormo in quelli che vengono definiti voli di ambientamento.

 

L’aeroplano messo a disposizione per il Corso di Cultura Aeronautica è una macchina in organico alla Forza Armata da lungo tempo: il velivolo ad elica SIAI-Marchetti S.208M.

 

Il nostro Club ha avuto l’opportunità e l’onore di partecipare al “Media Day” che di fatto ha sancito il termine delle lezioni teoriche e l'inizio alla fase pratica che si è interamente svolta presso il l’aeroporto di Reggio Emilia, intitolato a Fernando Bonazzi e dotato di una pista di 1210x30 metri.

 

Il servizio, realizzato da Gianluca Conversi, è disponibile per la consultazione sul nostro forum, al quale potete accedere cliccando qui.

Scrivi commento

Commenti: 0