· 

Aeroporto di Verona: i dati di settembre del traffico da e per la Spagna

La puntuale ed efficiente agenzia nazionale del volo spagnola (almeno per quanto riguarda le statistiche), AENA, ha pubblicato i dati di traffico di settembre 2019 degli aeroporti spagnoli. A livello nazionale sono stati circa 1,6milioni i passeggeri che hanno volato tra l'Italia e la Spagna, con in testa Roma Fiumicino (364mila) e Milano Malpensa che, grazie anche alla chiusura per lavori di Linate, si attesta a 325mila passeggeri.

 

I tre aeroporti che "accerchiano" il Catullo si piazzano nelle successive tre posizioni, con Bergamo che totalizza 191mila passeggeri, Bologna 128mila e Venezia 125mila. Per scorgere l'Aeroporto di Verona bisogna scendere fino al sedicesimo posto con un consuntivo di circa 24mila transiti. Le destinazioni preferite dagli italiani sono state Barcellona (460mila passeggeri) e Madrid (455mila), aeroporti verso le quali il Catullo si ferma a....5.

 

Il dato di Verona di settembre è simile a quello dello stesso periodo dell'anno precedente, con il prolungamento della rotta per Minorca che compensa la perdita del volo per Madrid. 

Il consuntivo dei primi sette mesi del 2019 è invece in rosso, con un calo di circa il 17% rispetto al 2018. Mancano all'appello soprattutto i 15mila passeggeri della rotta su Madrid, con le uniche rotte in "verde" che risultano essere quelle per la Baleari, oggetto quest'anno di un prolungamento del periodo di effettuazione. Soffrono anche le rotte full charter sulle Canarie, con un calo medio di oltre il 20%.

 

Come già ampiamente segnalato nei precedenti report, la stagione invernale del Catullo si presenterà senza voli di linea per la Spagna. Dopo la cancellazione di Madrid di Ryanair, avvenuta in concomitanza con la partenza della stagione estiva, dal prossimo novembre cesserà le attività anche il Verona - Siviglia, nonostante gli ottimi dati del coefficiente di riempimento.

Il 2019 si chiuderà quindi in calo rispetto al 2018, con una brusca inversione di tendenza. Siamo in ogni caso lontanissimi dai dati del 2007 quando i passeggeri totali furono quasi 300mila con Barcellona e Ibiza capaci di movimentare, da sole, un totale di oltre 120mila passeggeri. 

L'ultima tabella evidenzia i movimenti mensili del 2019 e richiama l'attenzione sulla forte stagionalità del traffico da e verso la Spagna, fenomeno che si accentuerà in maniera decisa con il prossimo inverno, quando cesseranno del tutto i servizi di linea. A meno di sorprese, per i mese che vanno da novembre a marzo transiteranno dal Catullo da e per la Spagna non più di 2.000 passeggeri al mese 

Scrivi commento

Commenti: 0