· 

Aeroporto di Verona: Adios España, ovvero il tracollo di un mercato storico e strategico (parte seconda)

Considerato da sempre uno dei mercati principali dell'Aeroporto di Verona, quello spagnolo ha subito nel 2019 un vero e proprio tracollo, in decisa controtendenza rispetto all'andamento di quasi tutti gli altri aeroporti italiani. 

 

Ed il 2020 si presenta ancora peggio.

I primi 25 aeroporti italiani per traffico verso la Spagna

Per gli aeroporti italiani il mercato spagnolo è il secondo d'Europa subito dopo quello del Regno Unito con un totale di oltre 16milioni di passeggeri trasportati. L'andamento del traffico è stagionale con il picco che viene raggiunto nel mese di agosto, quando vengono trasportati oltre 1,8milioni di passeggeri, quasi il doppio rispetto al mese con meno traffico (febbraio).

 

Sono cinque gli aeroporti italiani che movimentano più di un milione di passeggeri da e per la Spagna, con Venezia, Bologna e Bergamo che si affiancano ai due storici aeroporti principali. Le quote sul totale nazionale dei tre aeroporti gestiti dal Gruppo SAVE sono le seguenti: Venezia 7,79%, Treviso 1,48% e Verona 0,99%.

Traffico Italia - Spagna: confronto tra il 2019, 2018, 2016 e 2006

Nel periodo tra il 2006 (primo dato disponibile ) ed il 2019, il traffico passeggeri da e verso la Spagna è cresciuto globalmente di circa il 90%. Tra i dati più eclatanti si possono notare le crescite esponenziali di aeroporti come Napoli (+700%), Bari (+900%), Cagliari (+1.000%), ma molti altri scali evidenziano aumenti del numero dei passeggeri con percentuali a tre cifre. 

 

Verona è l'unico aeroporto dei primi 17 che registra nel 2019 un dato negativo (-30%) rispetto al 2006. Anche nel confronto rispetto al 2018 Verona ha nettamente il risultato peggiore, escludendo dal computo Milano Linate che ha avuto un calo dovuto essenzialmente alla chiusura della pista per lavori per circa un mese. Anche Pisa e Torino fanno registrare un leggero regresso, partendo però da dati molto diversi da quelli dell'Aeroporto di Verona.

Traffico Italia - Spagna: le quote degli aeroporti italiani sul totale

Il dato negativo dell'Aeroporto Valerio Catullo deriva essenzialmente dalla mancanza di collegamenti stabili con la penisola iberica. Le due destinazioni principali, Madrid e Barcellona, verso le quali si muovono dall'Italia quasi dieci milioni di passeggeri, sono state eliminate dall'operativo dell'Aeroporto di Verona. Madrid è stata cancellata dai programmi prima di Iberia e poi di Ryanair, voli mestamente sostituiti da un servizio stagionale (solo agosto) di Air Nostrum, mentre il collegamento con la città catalana manca dal tabellone delle partenze di Verona già da qualche anno dopo l'abbandono di Vueling. 

 

Valencia, Malaga ed Alicante, tre aeroporti nei primi in assoluto per volume di traffico, non sono mai stati minimamente toccati da servizi di linea da Verona.

 

Dopo la cancellazione del servizio di Ryanair su Siviglia, l'attività di volo tra Verona e la Spagna si limita ormai alle tratte stagionali di Volotea ed ai voli charter. Il dato è sconfortante: con l'attuale programmazione il 2020 farà registrate un totale di passeggeri da e verso la Spagna non superiore ai 120/130mila passeggeri, meno di quanti se ne contano su singole rotte tipo la Roma Ciampino - Valencia.

Aeroporto di Verona: i dati di traffico dal 2006 a oggi (Spagna)

Come evidenziato nell'ultima tabella, Madrid e Barcellona hanno movimentato da Verona nel passato globalmente circa 120mila passeggeri annui, mentre Siviglia ha superato i 35mila. Si tratta di rotte redditizie, con alti coefficienti di riempimento e con un andamento molto meno stagionale di un tempo. 

 

Si può supporre che dieci frequenze settimanali totali verso i principali aeroporti spagnoli potrebbero portare a Verona una dote fissa di circa 200mila passeggeri annui, che verrebbe poi integrata dai servizi stagionali e charter. L'obiettivo minimo dovrebbero essere i 300mila passeggeri che, visti i volumi di crescita, saranno presto raggiunti da aeroporti come Firenze, Cagliari e Treviso.

Aeroporto di Verona: i dati mensili del 2019 (Spagna)

La statistica mensile del movimento passeggeri da Verona alla Spagna evidenzia la forte componente stagionale e le meste caselle vuote, negli ultimi mesi ,in corrispondenza delle righe che comprendono le destinazioni cancellate. 

 

I 2.000 passeggeri da e per Madrid fatti registrare in agosto derivano dall'operatività del volo stagionale di Air Nostrum.

Verona: confronto tra dicembre 2018 e dicembre 2019 (Spagna)

Nel mese di dicembre 2019 il traffico passeggeri tra Verona e la Spagna ha fatto registrare circa 1.600 passeggeri, tutti nel comparto charter, con un calo di oltre l'80% rispetto allo stesso mese del 2018. Evidente la mancanza dei 6.000 transiti da e verso Madrid e Siviglia.

 

Il dato complessivo evidenzia che solo due destinazioni hanno fatto meglio del 2018, Minorca e Palma di Maiorca, mentre le percentuali delle altre rotte, anche charter, registrano cali che vanno dal -13% di Ibiza al -65% di Madrid.

 

Addio Spagna.

Scrivi commento

Commenti: 0