· 

Aeroporto di Verona: il freddo e lungo inverno

La ripresa della pandemia in tutta Europa sta incidendo in maniera drastica sulla programmazione delle compagnie aeree, costrette a numerosi e repentini cambi di operativo, cancellazioni e sospensioni dei voli. La riduzione di operatività riguarda la totalità degli aeroporti a livello mondiale e colpisce più duramente il comparto internazionale del settore nazionale.

L'aggiornamento odierno della situazione voli dell'Aeroporto di Verona svela numerose novità, tutte negative ad eccezione del nuovo volo su Barcellona di Volotea che avrà però un operativo limitato a pochi giorni.

 

Iniziamo dal programma voli che risulta confermato almeno fino a fine anno.

Volotea terminerà i voli su Pantelleria e Lampedusa entro fine ottobre, per cui con l'inizio dell'orario invernale rimarranno attive su Verona solo 13 destinazioni, 8 nazionali (Bari, Brindisi, Cagliari, Catania, Napoli, Olbia, Palermo e Roma Fiumicino) e 5 internazionali (Amsterdam, Chisinau, Francoforte, Londra Heathrow e Tirana). Rimangono attivi quindi solo due collegamenti con hub internazionali (FRA e LHR), e questo grazie anche alla provvidenziale e temporanea chiusura della base British Airways di Gatwick.

 

Gli operativi sono molto spezzettati, con alcune settimane di sospensione, per cui è necessario consultare gli organi ufficiali delle compagnie prima di prendere qualsiasi decisione sull'acquisto di un biglietto. Per il momento gli unici servizi giornalieri rimangono Catania di Volotea, Francoforte di Air Dolomiti, Palermo di Ryanair e Roma Fiumicino di Alitalia, mentre British Airways alterna periodo di piena operatività con altri con minori frequenze. Come noterete la compagnia Easyjet, che da Verona gestiva cinque rotte, non appare nella tabella.

 

Passiamo alle rotte cancellate definitivamente

Non si registrano novità.

 

Una rapida occhiata ai nuovi servizi.

Come detto in apertura, l'unica notizia positiva è l'apertura del Verona - Barcellona di Volotea, volo che però sarà operato per un periodo limitato e con sole sei rotazioni dal 21 dicembre al 10 gennaio. Rimane confermata l'apertura di Lviv di Wizzair.

 

Un discorso più approfondito merita l'elenco delle rotte sospese. In arancione le rotte che saranno attivate entro la fine dell'orario invernale, in rosso quelle che si attiveranno con l'orario estivo.

Le principali novità della rilevazione odierna, in ordine sparso, sono le seguenti:

 

  • - Sospensione dei voli su Berlino e Dusseldorf di Air Dolomiti, con ripresa a marzo 2021
  • - Sospenzione del Verona - Londra Gatwick di Easyjet fino al 19 dicembre
  • - Sospensione temporanea di alcuni servizi di Volotea (Cagliari e Lamezia Terme)
  • - Sospensione del Verona - Birmingham e Verona - Dublino di Ryanair fino al 19 dicembre
  • - Sospensione a tempo indeterminato del Verona - Londra Stansted di Ryanair
  • - Sospensione a tempo indeterminato del Verona - Chisinau di Air Moldova
  • - Sospensione fino al 16 gennaio del Verona - Dublino di Aer Lingus
  • - Posticipo al 28 marzo 2021 della ripresa dei voli del Verona - Mosca di S7

Alcune notizie erano scontate, ma per altre c'è un po' di sorpresa, soprattutto per il Verona - Stansted di Ryanair e per la lunga sospensione del Verona - Gatwick d Easyjet. In questo momento British Airways ha il pieno monopolio delle rotte tra il Catullo ed il Regno Unito. Sospettiamo che la cancellazione di Ryanair sia temporanea e che il servizio sia in riprogrammazione, visto che non appare attivo neppure nella stagione estiva 2021.

 

Air Moldova ha sospeso tutti i voli, senza notizie circa le tempistiche della ripartenza.

 

Anche la decisione di S7 lascia un po' sorpresi, anche perchè fino a pochi giorni fa erano programmati voli giornalieri da metà dicembre e con rinforzi fino a tre voli al giorno nei fine settimana di gennaio, ma il precipitare della situzione sanitaria degli ultimi giorni ha fatto la differenza.

 

Sulla programmazione charter non si hanno ancora notizie precise, ma è scontato che dal Regno Unito non arriverà nulla ed è molto a rischio anche la catena dei charter della neve dalla Russia.

 

Nei prossimo giorni, a seconda di quale direzione prenderà la pandemia, sono attese ulteriori novità e vi consigliamo, ancora una volta, di verificare con attenzione orari e frequenze dei voli prima di prendere qualsiasi decisione.

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0