Assaeroporti: dati marzo. Un  altro mese buio per il Catullo

Assaeroporti ha diffuso oggi i dati di marzo relativi ai movimenti ed ai passeggeri transitati negli aeroporti italiani.


L'aeroporto di Verona, dopo i brutti risultati di febbraio (-13,93% rispetto allo stesso mese del 2014), ha replicato in marzo con un'altra pessima performance, facendo ancora peggio (-14,62%) rispetto al marzo 2014..


I passeggeri totali sono stati 142.144, divisi tra nazionali (44.614, -7,07% rispetto al 2014) ed internazionali (96.282, -17.75%).  Il numero dei movimenti è stato di 1.754, con un calo del 10.78%.


Il progressivo, da inizio anno, vede un totale di transiti pari a circa 430.000 passeggeri con un calo dell'11,24%, in decisa controtendenza rispetto agli altri scali che vedono segni "meno" solo in pochissimi e poco significativi casi. Decisamente diverse le performance degli aeroporti limitrofi, come Bergamo (+18%), Bologna (+5%), Treviso (+18%) e Venezia (+1%). 


I primi cinque aeroporti italiani per traffico risultano essere, nel primo trimestre 2014, Roma Fiumicino (7,88mln), Milano Malpensa (3,81mln), Bergamo (2,16mln), Milano Linate (2,03mln) e Venezia (1,50mln)., mentre superano il milione di transiti anche Bologna, Catania, Napoli e Roma Ciampino.

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    G. Cereghini (martedì, 21 aprile 2015 13:10)

    Si può stimare quanto incide il calo dei voli da/per la Russia a causa della svalutazione del rublo e della crisi Ucraina?