Cinque anni di Volotea a Venezia

Si è svolta oggi all'Aeroporto Marco Polo di Venezia la conferenza stampa dedicata all'avvio del quinto anno di attività di Volotea all'aeroporto veneziano.

 

Venezia è una delle tre basi italiane di Volotea e una delle più importanti di tutto il network della lowcost spagnola, potendo contare su una trentina di destinazioni.

 

Alla cerimonia è intervenuto Carlos Munoz, Presidente e fondatore di Volotea. Il PSC era presente e ha realizzato un piccolo reportage fotografico. Clicca su "leggi di più" per accedere alla galleria di immagini e a una nota di agenzia.

Venezia, 5 apr. (AdnKronos)

 

Volotea, la compagnia aerea che collega aeroporti di medie e piccole dimensioni in Europa, continua a macinare numeri e, dopo aver celebrato pochi giorni fa i suoi 7 milioni di passeggeri, si appresta ad inaugurare ufficialmente il quinto anno di attività presso l’aeroporto di Venezia. Un traguardo importante che riconferma il trend di crescita del vettore presso il Marco Polo: +10% nel volume di biglietti in vendita (vs. 2015), pari ad un totale di 913.407 posti disponibili per il 2016. Numeri che crescono ulteriormente se si considera l’intero polo operativo di Volotea nel Nord Est (Venezia e Verona), dove il volume di voli in vendita (2016 vs 2015) è cresciuto del 27%, per un totale di 1.545.164 biglietti disponibili, mentre l’aumento delle rotte disponibili è stato del 10%.

 

“Per noi, celebrare l’avvio di un nuovo anno di attività al Marco Polo è sempre una grande emozione: Venezia ha visto decollare il nostro primo volo e, qui, ci sentiamo un po’ come se fossimo a casa – afferma Carlos Muñoz, Presidente e Fondatore di Volotea. - Per i prossimi mesi abbiamo grandi progetti, dall’ampliamento della nostra flotta al lancio di nuove rotte, continuando a creare connessioni tra medie e piccole destinazioni in Europa”. 

 

Entro fine 2016, inoltre, il vettore stima di raggiungere un altro importante traguardo. “Con il potenziamento della nostra offerta, e grazie all’arrivo di 4 Airbus A319, prevediamo di incrementare la nostra capacità di trasporto, infrangendo il tetto dei 10 milioni di passeggeri trasportati dall’avvio delle nostre attività. Un risultato che testimonia la nostra crescita e che acquista di significato, se si pensa che il nostro primo aereo è decollato solo nel 2012.”, spiega.

Scrivi commento

Commenti: 0