Ryanair presenta la sua offerta invernale da Verona

Ryanair e Aeroporto di Verona hanno incontrato oggi la stampa locale per fare il punto dei primi due anni di attività della compagnia irlandese dalla ripresa dei voli dal Catullo. 

 

Deluse le aspettative di chi si attendeva il lancio di nuove rotte; la politica di Ryanair su Verona appare invece quella dei piccoli passi e del progressivo consolidamento delle attività già esistenti.

 

In particolar modo è stata l'occasione per ripresentare la vera novità della stagione invernale del Catullo, il volo su Siviglia, e l'annuncio del prolungamento del servizio estivo su Madrid. Cessano  con l'orario invernale (da fine ottobre)= le tre rotte tedesche su Berlino, Amburgo e Norimberga e la belga Bruxelles Charleroi, considerate di valenza stagionale, con la speranza che siano riproposte nell'estate 2018. Per l'inverno 2017-2018 rimangono quindi confermati i servizi nazionali su Cagliari e Palermo e internazionali su Londra Stansted, Birmingham, Madrid e Siviglia. 

 

John F.Alborante, Sales & Marketing Manager Italia di Ryanair, ha ricordato che nei primi due anni di servizio la compagnia irlandese ha movimentato da Verona 500.000 passeggeri, aumentando durante l'estate l'offerta di posti di oltre il 60% rispetto al 2016. Durante la stagione invernale saranno invece 166.000 i posti messi a disposizione sui Boeing 738 di Ryanair. Per celebrare la presentazione della programmazione invernale, Ryanair mette in vendita voli a prezzo promozionale (19,99 euro) fino alla mezzanotte di lunedì 31 luglio.

 

Paolo Arena, Presidente della Aeroporto Valerio Catullo spa, oltre a rimarcare il forte indotto che i voli di Ryanair procurano al tessuto economico della Provincia di Verona, ha fatto il punto della situazione sul programma di espansione e miglioramento dell'aerostazione di Verona, prospettando l'inizio dei lavori entro il 2018 e la fine degli stessi entro il 2021. 

Per quanto riguarda l'attuale stagione si registra un aumento dei passeggeri percentualmente maggiore rispetto alla media nazionale, con l'obbiettivo a fine anno di superare i 3 milioni di passeggeri e riportare il consuntivo sui livelli del 2012. Nel mese di giugno sono transitati dal Catullo oltre 350mila passeggeri, e luglio si chiuderà sugli stessi livelli. Motivo d'orgoglio è stata la visita di un Boeing 747 di El Al che ha trasportato con un volo charter da Tel Aviv oltre 400 passeggeri.

Scrivi commento

Commenti: 0