· 

British Airways: tutti i colori della...regina

Nel 1974, a seguito della fusione tra le compagnie aeree BEA, BOAC e British Air Services (Northeast e Cambrian), nasce British Airways, destinata a diventare uno dei maggiori attori della scena del trasporto aereo commerciale.

 

Dopo i primi mesi di colorazioni ibride, provenienti prevalentemente dalle precedenti appartenenze, gli aerei della British Airways iniziano ad indossare nel 1975 quella inconfondibile livrea che ha sempre assegnato alla compagnia inglese lo scettro di una delle più eleganti a livello mondiale.

 

La prima livrea, "Negus" (dal nome dello studio che l'ha creata), è stata adottata per circa un decennio, sostituita nel 1984  dalla classicissima "Landor", caratterizzata da una diversa colorazione della coda e dai nuovi caratteri del "lettering".

 

La vera rivoluzione avviene nel 1997, con l'introduzione dell'attuale colorazione, ma accompagnata da quella splendida follia chiamata "Utopia". Le nuove livree sono accompagnate da diverse colorazioni della coda che recano motivi etnici dedicati sia al Regno Unito che al resto del Mondo. La scelta è talmente "avanti" rispetto alla mentalità del tempo che il progetto Utopia viene abbandonato nel 1999, con la riunificazione di tutte le colorazioni in quella classica che, con leggere modifiche effettuate nel 2011 e 2014, accompagnato tutt'ora gli aerei di  British Airways.

 

Ripercorriamo con le immagini la storia delle livree di British con le foto della collezione del PSC (clicca qui). Per chi volesse approfondire il tema, consigliamo questa pagina.

 

Le altre gallerie di immagini dedicate a British Airways sono reperibili ai seguenti link.

 

Collezione Aeroporto di Verona

World Collection


Scrivi commento

Commenti: 0