· 

Il grande freddo: l'inverno 2018 del Catullo

Il traffico passeggeri dell'Aeroporto di Verona è da sempre caratterizzata da una alta stagionalità, con gran parte del traffico concentrato nei mesi centrali dell'anno.

 

Storicamente il dato più sensibile alla stagionalità è stato quello dei voli charter, sia incoming che outgoing. Più stabile, invece, il dato dei voli di linea vista la presenza di numerose rotte funzionanti tutto l'anno che però, negli ultimi tempi, sono state soggette a cancellazioni o riduzioni significative.

 

Ed è proprio nel comparto dei servizi di linea da e per il Catullo che si assisterò, nel corso della stagione invernale 2018/2019 in partenza a fine ottobre, un calo molto sensibile di rotte e frequenze. Nell'orario estivo attuale sono 47 gli aeroporti serviti con voli di linea da Verona, per un totale di circa 280 frequenze settimanali. Tali destinazioni saranno ridotte in inverno di oltre la metà (23) con un calo delle frequenze settimanali a circa 180, con un calo quindi del 37%.

 

Anche l'incidenza delle prime cinque destinazioni rivela un dato significativo. In estate il 40% delle frequenze, circa 115, è concentrato sui voli per Roma, Catania, Francoforte, Londra Gatwick e Monaco di Baviera. Le restanti 170 frequenze sono divise tra le restanti 42 destinazioni, in pratica quattro di media. Nel prossimo inverno l'incidenza delle prime cinque rotte salirà ad oltre il 50%, con sole 84 frequenze divise per le restanti 18 destinazioni. 

 

 

Tra le rotte cessate si notano ovviamente quelle verso destinazioni legate alle vacanze estive, ma meno comprensibili appaiono le interruzioni di servizio verso capitali europee o aeroporti importanti quali Colonia, Manchester e altre città del Regno Unito.

 

L'unica novità dell'inverno 2018/2019 appare essere la conferma del volo di Aeroflot su Mosca, iniziato a luglio e che appare anche nel sistema di prenotazione oltre la scadenza della stagione estiva.

 

La situazione di rotte e frequenze è tratta direttamente dai siti delle compagnie aeree e, ovviamente, possono essere oggetto di aggiornamenti e di variazioni. Quella pubblicata nel prospetto è la situazione alla data di oggi, 23 agosto 2018.

Scrivi commento

Commenti: 0