· 

Assaeroporti: i dati statistici di agosto del Catullo

Pubblicati sul sito di Assaeroporti i dati statistici di agosto degli aeroporti italiani.

 

Verona conferma la sua vocazione stagionale con il migliore parziale degli ultimi cinque anni (467mila passeggeri) e secondo miglior mese dal 2000 ad oggi. Aumenta il divario con i mesi invernali, viste le percentuali di crescita alquanto differenti.

 

Prendendo ad esame il raffronto tra il 2012 ed il 2018, infatti, si nota ancora il segno "meno" in inverno, a fronte di percentuali interessanti in estate.

STATISTICHE AGOSTO 2018

 

I movimenti si assestano a 3.668, con un incremento rispetto allo stesso mese dell'anno precedente del 12,9%. Cresce di più l'internazionale (2.457 +14,7%) e soprattutto il traffico extra UE, visto che l'aumento verso i paesi dell'Unione Europea si attesta ad un +12,4% (1.762). I movimenti verso gli aeroporti italiani aumentano del 9,3% con un totale di 1.211.

 

Anche nelle statistiche che riguardano i passeggeri si nota un miglior risultato del traffico internazionale (331.077 con un +13%), con la componente entro UE al +9,9% e 227.226 passeggeri. Cresce dell'8,2% il traffico nazionale, con un totale di 133.693 transiti. Il totale generale si incrementa dell'11,8% a 467.111.

STATISTICHE ANNO 2018

 

Nei primi otto mesi del 2018 sono transitati dall'aeroporto di Verona 2,40mln di passeggeri, con un incremento rispetto al 2017 del 9,7%. L'incremento maggiore si è avuto nel nazionale, con 785mila passeggeri e un +15,8%, mentre l'internazionale aumenta del 7% a 1,60mln. La componente UE si attesta a 1,07mln di passeggeri e un risultato di +3,9%.

GLI ALTRI

 

L'aeroporto di Verona, nel mese di agosto, si è classificato al quindicesimo posto tra gli scali italiani più trafficati. Sono ben sei gli aeroporti che hanno ottenuto più di un milione di transiti. 

 

Il migliore si è confermato Roma Fiumicino (4,36mln), seguito da Milano Malpensa (2,53mln), Bergamo (1,28mln), Venezia (1,27mln), Napoli e Catania (1,09mln). Molto interessante il dato di Catania o di altri aeroporti della categoria del Catullo che, strutturalmente, (statistiche Assoclearance) hanno una capacità simile a quella di Verona (esempio Catania: 20 movimenti all'ora contro i 18 del Catullo, 25 stands conto i 24 di Verona) e che riescono a generare un traffico fino al doppio rispetto all'Aeroporto di Verona, probabilmente grazie ad un terminal più grande ed efficiente e maggiori spazi disponibili.

 

Di fatto l'Aeroporto di Verona è quello che ha la più ampia percentuale di non occupazione degli slot, pari a circa il 56%.

 

Qui di seguito la statistica completa.

Scrivi commento

Commenti: 0