· 

Aeroporto di Verona: i dati di traffico di luglio 2019

Assaeroporti ha pubblicato in data odierna i dati di traffico di luglio dei principati aeroporti italiani. A livello nazionale il traffico è aumentato del 3,5% rispetto allo stesso mese dell'anno scorso e ciò grazie ai passeggeri internazionali che crescono del 5%, mentre i nazionali sono pressoché stabili (+0,4).

 

Verona è in controtendenza, con il traffico nazionale che cresce del 7,8% e quello internazionale di uno striminzito +0,9%. L'aeroporto di Verona registra il suo miglior luglio di sempre con circa 465mila passeggeri, ed un incremento del 3.2% rispetto allo scorso anno.

 

Ancora una volta, quindi, finiscono sotto i riflettori i deludenti dati del traffico internazionale che registra un calo di circa l'1,3% rispetto a luglio 2018 (con i movimenti che calano quasi del 6%) a fronte di un aumento medio a livello nazionale del 4,2%, ma con alcuni aeroporti che fanno registrare incrementi a due cifre (Bari +18%, Bologna +13%, Brindisi +23%, Cagliari +17%, Napoli +14%, Palermo +11%)

 

Vediamo i dati nel dettaglio.

 

TABELLA MOVIMENTI AEROMOBILI 2012-2019 - DATI PUNTUALI

Per la seconda volta nel corso del 2019, il mese di conclude con un numero di movimenti inferiore a quello dell'anno precedente. Dopo il -0,49% di marzo, si assiste a luglio a un -0,37% che, come vedremo più avanti, è totalmente da attribuire al traffico internazionale entro UE.

 

Il dato di luglio 2019 (3.519) è ancora lontano da quello del 2012 (-6,5%) e, soprattutto, dal record del 2007 quando i movimenti complessivi sul Catullo furono 4.300. 

 

TABELLA MOVIMENTI PASSEGGERI 2012 - 2019 - DATI PUNTUALI

Con circa 465mila passeggeri il Catullo chiude il miglior luglio della sua storia, a circa 10mila passeggeri dal record assoluto storico registrato nell'agosto 2007, quando ci furono circa 474mila transiti. 

 

La percentuale di incremento rispetto all'anno scorso si ferma al 3,16%, di gran lunga la più contenuta rispetto agli altri mesi del 2019 che hanno visto un incremento oscillante dal 6 al 9%. Visto il contemporaneo calo dei movimenti possiamo affermare che il progresso di circa 15mila passeggeri tra il 2018 ed il 2019 è dovuto essenzialmente all'aumento del numero medio di passeggeri per movimento (vedi anche tabella seguente).

 

TABELLA NUMERO MEDIO DI PASSEGGERI PER MOVIMENTO 2012-2019 

La conferma che il miglioramento dei dati del Catullo dipenda da un maggior riempimento degli aeromobili o per la modifica della capienza degli stessi (leggi Volotea e Neos) viene dalla tabella del numero medio di passeggeri per movimento, che registra il dato migliore di sempre con 132,06 passeggeri, con un incremento di circa il 3,5% rispetto a luglio 2018.

 

L'incremento rispetto al 2012 è di oltre il 22%.

 

MOVIMENTI E PASSEGGERI - DATI PROGRESSIVI A LUGLIO 2012-2019

I dati progressivi a luglio 2019 evidenziano ancora un segno positivo nei movimenti, grazie soprattutto ai buoni risultati di inizio anno, accompagnato da un +6,6% nei passeggeri, con un parziale di 2,06 mln di transiti che risulta essere il dato migliore di sempre e superiore al precedente record di 2,04 mln registrato nel 2008.

 

Il dato finale del 2019 è proiettato verso i 3,6 mln di passeggeri, ampiamente sotto le previsioni del Masterplan del 2015 che poneva un obiettivo di circa 4 mln di passeggeri in uno scenario di medio sviluppo e di circa 4,3 mln in uno scenario di alto sviluppo.

 

DATI MENSILI E PROGRESSIVI STORICI - 2000 - 2019

I dati mensili e progressivi storici confermano quanto detto poco sopra, con i dati migliori compresi nelle annate 2007 e 2008 e la ripresa dell'ultimo triennio, con il 2019 che evidenzia due record assoluti mensili, registrati in marzo e luglio.

 

DATI ELABORATI 

Ritorniamo su quanto detto in apertura, e cioè l'evidente anomalia (rispetto al resto d'Italia) del dato del traffico internazionale entro l'Unione Europea. Il fenomeno è sconfortante, tenendo conto soprattutto della forte vocazione turistica del nostro territorio. Sono venute a mancare una quindicina di frequenze settimanali (tra le altre Madrid, Bucarest, Iasi, Larnaca, Stoccolma) che non sono state adeguatamente sostituite con l'apertura di nuove rotte.

 

Ricordiamo che, nel corso del 2019, sono state annunciate solo tre nuove rotte e che, tra l'altro, vanno a servire degli aeroporti già collegati al Catullo e che per le stagioni inverno 2019/2020 e estate 2020 è stata annunciata solo una nuova rotta, la Verona - Manchester di Easyjet.

Scrivi commento

Commenti: 0