· 

Aeroporto di Verona: il calendario della riapertura - aggiornamento

Il prossimo 3 giugno scadrà l'ultimo Decreto Ministeriale del MIT che stabilisce la chiusura al traffico commerciale di una serie di aeroporti, giudicati non strategici durante l'emergenza Covid-19.

 

A scanso di sorprese dell'ultimo minuto anche l'Aeroporto di Verona dovrebbe riaprire piste, raccordi e piazzale al traffico di linea sia nazionale che internazionale, visto il via libera agli spostamenti tra regioni e stati esteri. L'eventuali protrarsi della chiusura potrebbe derivare unicamente o da un nuovo DM o da una decisione della Società di Gestione.

 

Le compagnie aeree hanno rivisto più volte gli operativi in base alle decisioni del Governo ed alle previsioni di traffico. Si tratta di una situazione in costante evoluzione in quanto non sono ancora chiari diverse aspetti che riguardano, tra le altre cose, il permesso di viaggiare all'estero o le limitazioni per quarantena che alcuni stati, singolarmente e senza nessuna concertazione, stanno adottando in buona parte d'Europa.

 

E' di queste ore, per esempio, l'annuncio del Regno Unito dell'obbligo di una quarantena di 14 giorni per chiunque entri in Gran Bretagna (ad esclusione dell'Irlanda). Jet2 ha già spostato di un paio di settimane l'inizio delle operazioni, allineandosi quindi a Ryanair, Easyjet e British Airways che inizieranno i voli a luglio.

 

Pubblichiamo, qui di seguito, la tabella aggiornata del programma voli del Catullo.

Legenda colonna programma pre-Covid: in verde le nuove rotte per il 2020

Legenda colonna data inizio al 25/04: in giallo le rotte che partono in ritardo rispetto al previsto, in rosso le cancellazioni di rotta

Legenda colonna data inizio ad oggi: in arancione l'ulteriore ritardo rispetto al 25/04, in verdino le partenze rispettate, in rosso le cancellazioni, in verde scuro gli anticipi rispetto al 25/04.

La rielaborazione della lista, con elenco in ordine di data, evidenzia che le prime compagnie che opereranno i voli saranno Wizzair, Transavia e, soprattutto, Volotea, con partenza localizzata a metà giugno. Altra data importante sarà il primo luglio quando riapriranno i portelloni sia gli aerei delle compagnie tradizionali, quali Alitalia, Air Dolomiti, British Airways, sia quello delle più importanti low cost (Ryanair, Easyjet e Jet2).

 

Le cancellazioni di rotte si è stabilizzato a 13 dopo l'ultima novità che riguarda l'eliminazione di Charleroi dal "menu" di Ryanair. 

 

Per quanto riguarda le frequenze dei voli si registra una diminuzione, rispetto al programmato, nelle destinazioni internazionali, mentre sul nazionale su alcune rotte selezionate si assiste ad un aumento sensibile dell'offerta. Volotea, ad esempio, su Olbia, Cagliari, Catania e Palermo opererà su più frequenze giornaliere, soprattuto a partire da luglio.

 

Ricordiamo che le notizie raccolta in questo articolo sono state recuperate dai siti ufficiali delle compagnie aeree. Vista la situazione in costante evoluzione si raccomanda, prima di acquistare qualsiasi biglietto aereo, di consultare direttamente il servizio clienti delle singole compagnie.

Scrivi commento

Commenti: 0